Impalcatura in condominio

impalcatura in condominio

Impalcatura e ristrutturazioni

Parlando di impalcatura in condominio, viene in mente che la profusione di incentivi edilizi, quali il superbonus 110%, il bonus facciate 90% e il sisma-bonus emanati dal governo negli ultimi anni, ha portato ad una notevole crescita dei lavori di ristrutturazione edilizia nei condomini. Questi incentivi hanno reso più conveniente la realizzazione di interventi di ristrutturazione che altrimenti avrebbero comportato un notevole esborso economico. È evidente che questo tipo di lavori di ristrutturazione condominiale, in particolare per quanto riguarda gli interventi sui prospetti, richiedono l’installazione di impalcature o ponteggi.

Costi ponteggio ripartizione

Al fine di garantire la trasparenza e l’adeguata gestione delle spese condominiali, è fondamentale che i costi e l’installazione del ponteggio siano sottoposti all’approvazione dell’assemblea condominiale. Questo processo decisionale collettivo assicura che le spese siano condivise equamente tra tutti i condomini e che l’installazione del ponteggio risponda alle necessità e alle norme di sicurezza richieste.

Dopo aver ottenuto l’approvazione dell’assemblea condominiale sia per l’installazione del ponteggio che per i costi ad essa correlati, l’amministratore di condominio assume l’importante responsabilità di ripartire equamente tali spese tra tutti i condomini. Questa ripartizione sarà effettuata in base alla tabella millesimale di proprietà, che tiene conto dei contributi individuali sulla base delle quote di proprietà di ciascun condomino. In tal modo, si assicura una distribuzione equa delle spese, garantendo una gestione finanziaria trasparente e in linea con le disposizioni condominiali vigenti.

Danni provocati da un ponteggio

Può capitare, che nel periodo in cui vengono svolte le opere di ristrutturazione, possano verificarsi incidenti e danni, come ad esempio la caduta dall’alto di oggetti, i quali possono arrecare danni a persone o a vetture sottostanti.

In questi casi, l’art. 2043 c.c. in base alla violazione del divieto di “neminem laedere” (non ledere/offendere nessuno) la responsabilità ricadrà sull’impresa appaltatrice dei lavori. Su quest’ultima infatti, grava il ruolo di porre in essere tutte le attività necessarie, atte a non pregiudicare la sicurezza dei lavoratori, delle persone o cose sottostanti la struttura installata.

Possibili furti mediante  l’impalcatura

Un’altra questione molto importante, senza ombra di dubbio, è quella legata ai furti, un impalcatura infatti, l’installazione di un impalcatura agevola l’accesso all’interno delle svariate unità abitative ai male intenzionati. Chi è il responsabile in caso di furti in appartamento? Come detto in precedenza, secondo l’art. 2043 c.c. la responsabile del controllo del ponteggio è l’impresa di ristrutturazione.  La nostra giurisprudenza, ha più volte individuato la responsabilità civile dell’impresa appaltatrice, condannandola al risarcimento del condomino, per danni legati all’attività illegale subita. Nello specifico la magistratura, ha spesso condannato l’omissione da parte dell’impresa appaltatrice nell’adozione di adeguati sistemi atti ad evitare e scongiurare eventuali furti.

Condominio non esente da responsabilità

Non solo l’impresa appaltatrice, anche il condominio, secondo l’art. 2051 c.c. è considerato solidale per i danni subiti. Questo perché, il condominio, nella figura del suo amministratore di condominio, ha comunque l’onere di custodia e vigilanza.

Dunque anche il condominio, dovrà attivarsi per dotare il ponteggio di idonei sistemi antifurto (telecamera aziende di sicurezza ecc), potendo così dimostrare di aver fatto tutto ciò che era in suo potere per poter scongiurare attività illegali.

Ponteggi nella proprietà altrui, norme

Secondo l’art. 843 primo e secondo comma c.c. “il proprietario deve permettere l’accesso e il passaggio nel suo fondo, sempre che ne venga riconosciuta la necessità, al fine di costruire o riparare un muro o un altra opera propria del vicino comune. Se l’accesso cagiona danno, è dovuta un adeguata indennità”.

Inutile dire che se necessario, nessuno potrà impedire l’installazione di un ponteggio nella sua proprietà.

Per maggiori informazioni o per ricevere assistenza, non esitare a Contattarci