Porte tagliafuoco e condominio

porte tagliafuoco

Porte taglia-fuoco: tutto ciò che c’è da sapere

Le porte taglia-fuoco, anche conosciute come REI, sono dispositivi di sicurezza fondamentali negli edifici pubblici e negli ambienti comuni, nei quali garantiscono la massima sicurezza in caso di incendio. Le normative vigenti stabiliscono le proprietà richieste per queste porte, tra cui resistenza al fuoco, ermeticità e isolamento.

Funzionamento delle porte taglia-fuoco

Le porte REI sono progettate per resistere al fuoco, limitando la propagazione delle fiamme agli ambienti circostanti. Queste porte sono costruite con materiali come acciaio inox, vetro, vermiculite e gesso per limitare la presenza di ossigeno e ritardare l’estensione dell’incendio e del fumo tossico.

Cosa significa REI?

La sigla REI ha origine dalle parole “Resistenza”, “Ermeticità” e “Isolamento termico”.

Resistenza indica la capacità della porta di resistere alle fiamme e di non crollare strutturalmente durante l’incendio.

Ermeticità significa che la porta deve impedire il passaggio delle fiamme, dei vapori e dei gas prodotti dall’incendio agli ambienti circostanti.

Isolamento termico indica la capacità della porta di ridurre la trasmissione di calore.

Il numero che accompagna la sigla REI indica i minuti di resistenza garantiti dalla porta in caso di incendio, determinati da test eseguiti da organismi certificati. Questa classificazione riguarda non solo l’anta della porta, ma anche tutti gli elementi e i meccanismi che la compongono.

Dimensioni delle porte REI

Le dimensioni delle porte taglia-fuoco variano a seconda delle esigenze dell’ambiente, ma devono essere perfettamente isolate per garantire la loro efficacia. Esistono misure standard che devono essere rispettate per garantire che le porte si inseriscano correttamente nel telaio.

Esempio di utilizzo: garage condominiali

Nel caso dei garage condominiali, la normativa richiede che siano installate porte REI con una certa classe di resistenza al fuoco, a seconda del tipo di materiale combustibile presente nell’ambiente. Ad esempio, le porte REI 60 sono obbligatorie nei locali contenenti materiale combustibile, gruppi elettrogeni e nei piani interrati.

Caratteristiche essenziali delle porte taglia-fuoco

Per rispetto delle normative europee, le porte antincendio devono avere le seguenti caratteristiche:

  • Apertura a leva o a spinta: Le porte antincendio devono poter essere azionate sia a leva che a spinta per garantire una facile apertura in caso di emergenza.
  • Barra orizzontale: Ogni porta tagliafuoco deve essere dotata di una barra orizzontale che permette l’apertura agevole della porta in caso di esodo. La barra può essere posizionata su una o due ante a seconda delle dimensioni della porta stessa.
  • Marchio CE: Tutte le porte antincendio devono essere dotate del marchio CE per garantire la qualità e l’omologazione necessaria.

Condomini e Porte REI: Scegliere con Consapevolezza

Le porte taglia-fuoco, note anche come porte REI o EI, sono un elemento importante per garantire la sicurezza in caso di incendio. La normativa italiana (UNI 9723) e quella europea (EN 16034) utilizzano questi codici per identificare la classificazione della porta in base alla resistenza al fuoco. Per scegliere la porta taglia-fuoco più adatta al proprio condominio, è importante considerare il minutaggio di resistenza, la grandezza della porta (singola o doppia), la tipologia di apertura, il materiale e lo stile. Con queste informazioni, sarà possibile scegliere una porta che garantisca sicurezza e rispetti le normative europee.

L’amministratore di condominio non può trascurare l’importanza delle porte taglia-fuoco, perchè sono una componente importante della sicurezza del condominio, e la normativa UNI EN 16034 stabilisce le proprietà richieste per garantirne l’efficacia.

Per maggiori informazioni o per ricevere assistenza, non esitare a Contattarci